MOËT & CHANDON: effervescente party!

MOËT & CHANDON effervescente party: la maison inaugura la stagione delle feste con un evento all’insegna del glamour. 

Si è tenuto ieri nella cornice di uno dei palazzi iconici della capitale meneghina, Palazzo Serbelloni, l’evento con cui Moët & Chandon;  ha dato il via alle celebrazioni della prossima stagione delle feste introducendo così un nuovo ed entusiasmante capitolo alla sua storia secolare fatta di generosità e savoir-fête.

Ispirato all’Effervescence che contraddistingue gli champagne Moët & Chandon, il party; che arricchirà a livello globale la Holiday & Party Season 2022 della Maison con un format che prevede spettacolari show in tutto il mondo; ha visto amici della Maison, tra cui Rocío Muñoz Morales, Gianmarco Saurino, Cristiano Caccamo, Mara Sattei, Hell Raton, Giulia Valentina, Giulia De Lellis;  Veronica Ferraro e Daniela Scattolin intervenire ad una cena esclusiva e a un after party per alzare i calici nello spirito che ha reso Moët & Chandon un’icona globale per le celebrazioni fin dal 1743.

La stagione delle feste riunisce le persone per creare e condividere momenti memorabili. Il desiderio di Jean-Remy Moët, nipote del fondatore della Maison; era quello di far conoscere il suo champagne in tutto il mondo e di riunire le persone sotto il suo nome e la sua vivacità. Con questo spirito, Moët & Chandon ha organizzato un evento eccezionale;  capace di rendere queste prossime festività davvero extraordinaire.

LEGGI ANCHE —> Elena Morali sbarca a Radio 101

Un momento distintivo di ogni evento celebrativo di Moët & Chandon è il brindisi a una causa meritevole, e anche il party meneghino non fa eccezione. È secondo questa filosofia che a Palazzo Serbelloni le celebrazioni si sono trasformate in un momento di solidarietà, coerentemente al programma “Toast for a Cause”; inaugurato sui red carpet di Hollywood nel 2009, con cui lo Champagne Moët & Chandon supporta iniziative benefiche in favore dell’ambiente e delle comunità locali. Una tradizione che ha contribuito a costruire la grandeur e la generosità della Maison.

Per il “Toast for a Cause” di questa fine anno, la Maison supporterà l’associazione indicata dal co-host della serata Stefano Accorsi; attraverso una donazione effettuata a favore della ONLUS Pane Quotidiano.

Pane Quotidiano ONLUS è un’organizzazione laica, apolitica e no profit, fondata a Milano nel 1898. Il suo obiettivo è quello di assicurare generi alimentari di prima necessità a chi ne ha bisogno; ogni giorno, gratuitamente.

Sono onorato di essere co-host di questa serata di Moët & Chandon. Grazie alla Maison e al programma “Toast for a Cause”, le celebrazioni si sono trasformate in un momento di solidarietà;  quest’anno il sostegno va a Pane Quotidiano Onlus, associazione che sostengo da tempo e che assicura generi alimentari di prima necessità a chi ne ha bisogno; ogni giorno, gratuitamente.”

Protagonista della serata è stato Moët Impérial: champagne iconico di Moët & Chandon da oltre 150 anni, Moët Impérial è l’espressione più compiuta e universale dello stile della Maison; e si distingue per il suo acceso carattere fruttato, il suo palato seducente e la sua elegante maturità. Servito nella mini bottiglia per l’aperitivo cosi come in formato magnum negli iconici calici dorati per il Party, Moët Impérial; lo champagne più apprezzato al mondo, ha la capacità di rivolgersi a tutte le culture, ovunque, ed è proprio il suo gradimento universale ad essere l’ingrediente speciale di celebrazioni tanto grandiose quanto intime.

Infine, deliziosi cocktail sono stati serviti agli ospiti per illustrare la versatilità dello champagne, con ricette da replicare disponibili sul sito della Maison.

Ad accogliere gli ospiti, un aperitivo con show cooking del giovane Chef Mattia Pecis; del Ristorante Cracco Portofino, insignito nel 2021 da Moët & Chandon e Gambero Rosso del premio Tradizione Futura all’interno della Guida Ristoranti d’Italia 2022, che ha curato anche la cena.

La serata è proseguita con l’unveiling della spettacolare piramide di Champagne alta quasi due metri e composta da 381 calici su 11 piani. Simbolo di celebrazione e generosità; le piramidi di Champagne sono infatti profondamente radicate nella storia della Maison.  

Il quartetto francese dei Phly Boyz ha completato l’intrattenimento della prima parte della serata, rievocando hit contemporanee e festive.

A partire dalle 22, il dj Graziano Della Nebbia ha dato il via al party per poi lasciare il palco a Francesca Michielin per la performance più attesa della serata. L’artista poliedrica si è esibita sulle note dei suoi più famosi successi; incantando gli amici della Maison con la sua meravigliosa voce. A seguire, il dj set di Davide Dev ha accompagnato i balli degli ospiti fino a notte inoltrata.

Start typing and press Enter to search